My last landscapes

Due passi sul far della sera, calpestando le Terre che furono di Matilde di Canossa, in quell'ora del giorno quando l'animo solare si acquieta, la luce della grande Stella va a nascondersi, e la fantasia si popola di quelle creature che durante il giorno se ne sono state rintanate in oscuri labirinti, ben lontane dai nostri pensieri terreni,...

Quando Madre Natura, un contadino ed un fotografo collaborano, nasce un paesaggio ...

Dopo una giornata a caccia di paesaggi lontano da casa, molto lontano, le foto migliori le ho catturate al ritorno, nel tardo pomeriggio, proprio dietro casa ! I colori e le geometrie dei campi coltivati nella Val Taro, tra Gaiano ed Ozzano.

Travel dairy

27.03.2021

La pianura di cui si è parlato si estende a mezzogiorno per cinque giornate, e alla fine si arriva ad un'altra discesa lunga venti miglia: le strade sono pessime, infestate di briganti e molto pericolose. Al termine di quest'ultima discesa si trova una pianura che dura due giornate di cammino. Vi sono freschi corsi d'acqua, datteri ed altri frutti,...

Ho sempre cercato una donna che non avesse nulla da spartire con la modernità, con quest'epoca in cui ognuno fa la guardia a se stesso.

Abbiamo bisogno di un luogo: ci vuole una mano, una casa, un sorriso, qualcosa che ci faccia da perimetro.
L'animale senza luogo si ammala, ama senza amare, soffre senza soffrire.
Amare è costruire un luogo, cioè un pezzo di mondo con un dio dentro.

The fog hunter

09.12.2020

Cronaca (visiva) di un pomeriggio trascorso ad inseguir nebbie e nubi, una delle mie attività preferite, cavalcando lo spartiacque tra le valli del Taro, dello Sporzana e del Baganza.